Immaginare studio fotografico di Roberto Tibaldi

Cos'è
Cosa si può fare
Opere
Realizzazioni
Natura
Viaggi e avventura
Eventi
Storia
Arte e cultura
Artistico espressivo
Strutture architettoniche
Musei e centri visita
Concerti
Danza e teatro
Altri
Eventi
Incontro
con la multivisione


AV Stumpfl Certified Partner logo

 

 

Realizzazioni per

pubblicizzare un evento
*
introdurre un convegno
*
raccontare un viaggio
*
valorizzare un territorio, un’area protetta
*
far conoscere un prodotto
*
accompagnare un concerto
*
creare la scenografia per una rappresentazione teatrale
*
rivestire di immagini
strutture architettoniche
*
istallazioni fisse o temporanee
per mostre e musei
...
Ricordare

Cliente: Comune di Bra
Tecnica: Multivisione digitale sulle strutture di un palazzo. N. 2 videoproiettori EIKI LC-XT3 10.000 ansi lumen. Wings Platinum 4 Multidisplay
Evento: Giornata della memoria

Immagini tratte da Album Auschwitz e Les Survivants, musiche di L.W. Beethoven (quartetto op. 132 n. 15)

multivisione di Roberto Tibaldi

... dal comunicato stampa:

Vuoto e immobile, ma carico di significati, un carro ferroviario da alcuni giorni staziona in piazza Carlo Alberto a Bra. Mercoledì 27 gennaio 2010, in occasione della celebrazione del 'giorno della memoria', una toccante cerimonia ha visto duecento persone riunirsi attorno ad uno dei simboli della deportazione nei campi di sterminio durante la seconda guerra mondiale. Toccante, in modo particolare, la testimonianza di Livio Cella, sommarivese deportato in Germania, che ha raccontato il suo interminabile viaggio sulla tradotta che lo ha condotto al campo di concentramento. La serata si è aperta con le parole del sindaco di Bra, Bruna Sibille, che ha voluto salutare in particolare le famiglie ebree che hanno subito durissime persecuzioni, prima di cedere la parola al presidente dell'istituto storico della resistenza della provincia di Cuneo, il professor Livio Berardo, che ha inquadrato la shoah nel contesto del conflitto in corso tra le maggiori nazioni dell'epoca. L'atmosfera è stata resa suggestiva, poi, dalla multivisione di Roberto Tibaldi, che ha mescolato musica a drammatiche immagini degli anni quaranta, mentre il gruppo formato da Paola, Valerio e Gerardo ha eseguito dal vivo alcune delle melodie che hanno accompagnato le opere più significative che hanno raccontato al cinema e a teatro il dramma dell'Olocausto. A loro si sono uniti i ragazzi del liceo e dell'istituto professionale di Bra che hanno letto testi di Primo Levi di fronte ai rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d'arma cittadine. Le celebrazioni del giorno della memoria erano però iniziate prima della 'veglia' serale, con i disegni e i cartelloni realizzati dagli scolari delle primarie braidesi, disposti attorno al simbolico carro ferroviario, mentre i reduci dai campi di sterminio, tra cui l'ex sindaco di Bra Rodolfo Gaia e i braidesi Lorenzo Bottero, Battista Dacomo e Giuseppe Moraldo, hanno ricevuto a Cuneo, dalle mani del prefetto Bruno d'Alfonso, la 'medaglia d'onore' concessa dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.


 
 
 

©2007-2017 Roberto Tibaldi. | Multivisione